La storia delle minicar, fenomeno culturale mai in crisi

Girano per le strade della città, nuove, fiammanti e rumorosamente fastidiose: sono le Minicar, le piccole macchine a misura di adolescente. Lo dice la normativa in vigore che ne consente l’uso dai 14 anni di età in poi. Nella città di Roma ce ne sono in giro moltissime e alcuni quartieri come Salario e Trieste sono un vero e proprio quartier generale di questi mini mezzi di trasporto. Lo consideriamo un fenomeno in crescita che non conosce crisi, soprattutto viene considerato un premio allo studente modello per la chiusura dell’anno scolastico.

Rielaborazioni fuori dalla legge

Queste Minicar vengono sfruttate al massimo e per renderle più veloci su strada gli adolescenti le fanno trasformare dal proprio meccanico per renderle più veloci, non considerando i limiti imposti dalla legge, che impone al guidatore di una vettura dal peso di 425 kg di non superare la velocità massima dei 45 kmh. Ed essendo guidate da ragazzi di appena 14 anni in maniera indisciplinata, con poca o nulla conoscenza delle principali norme del codice stradale, la polizia di Roma Capitale ha iniziato una campagna di sensibilizzazione e prevenzione con lo scopo di aumentare la sicurezza quando si affronta questo tema. L’attenzione viene posta sull’operazione di trasformazione del veicolo stesso per renderlo più veloce piuttosto che sulla pericolosità del veicolo stesso, che è accertato dai crash test fatti in merito, che sono autovetture oggettivamente pericolose rispetto a quelle normali in circolazione sulle nostre strade. Questo perché sono considerati quadricicli e non sono sottoposti ai parametri di sicurezza riservati per tutti gli altri veicoli a motore per gli adulti. Purtroppo i risultati dei test sulla sicurezza delle minicar sono sconfortanti al punto che nei parametri della sicurezza su strada non arrivano alla sufficienza.

La crescita di un fenomeno

Secondo i dati stilati dall’ACI, il fenomeno dei quadricicli è in continuo sviluppo, una crescita di più di duemila minicar immatricolate tra il 2014 e il 2017 e per l’ANCMA (Associazione Nazionale Ciclo Motociclo e Accessori) dopo una lieve crisi nel 2014 le vendite hanno avuto un picco del 64% tra il 2015 e il 2017. Gli esemplari diffusi in tuta Italia sono circa 12 mila e solo a Roma ne troviamo un buon 15% del totale.

Il costo delle modifiche

Le minicar sono diffuse in maniera capillare in alcuni quartieri bene di Roma perché nonostante non siano delle vere e proprie autovetture, hanno comunque il costo e il valore economico di una normale automobile. Se si fa una ricerca in internet sui siti dei principali rivenditori di minicar ci si renderà subito conto che i prezzi oscillano dagli 8.500 euro fino ad arrivare ad un massimo di 20 mila euro!!! Prezzi da capogiro se si pensa che stiamo parlando di quadricicli a motore. A questa spesa iniziale va aggiunta anche quella della modifica del diaframma che consente alla vettura di arrivare dal limite imposto dalla casa costruttrice di 45 kmh ad un massimo di 90 kmh. Molti meccanici ignari della pericolosità dell’operazione, sia perché illegale sia perché mette a repentaglio la vita dell’adolescente alla guida della minicar, continuano a fare questo tipo di intervento su richiesta del proprietario e dei genitori dello stesso per rendere il veicolo pericolosamente più veloce. Altri meccanici, invece, si rifiutano per presa di coscienza di attuare le modifiche strutturali richieste dagli adolescenti proprietari delle minicar, anche perché, una modifica strutturale simile su un quadriclico prevede anche una rielaborazione del sistema frenante di tutto il veicolo. La cosa grave su cui riflettere è che anche i ricambi usati per le modifiche non sono omologati, quindi non originali, così fosse non passerebbero mai la verifica della motorizzazione per essere venduti. In più c’è il rischio di essere fermati dalla polizia stradale per controlli e rischiare una multa variabile dai 400 ai 1500 euro con sequestro immediato del mezzo.

La passione per l’estetica delle minicar

C’è chi dopo aver pensato alle prestazioni si dedica alla ricerca dell’estetica ottimale per la propria minicar. Le autofficine specializzate montano praticamente tutti gli accessori possibili sulle minicar, luci al neon, pomelli del cambio, stereo potentissimi, sedili di ogni tipo, paraurti e volanti sportivi. I prezzi hanno valore variabile in base alla tipologia dell’accessorio con un mercato d’affari di migliaia di euro per cambiare l’estetica delle minicar.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *